Dizionario Infernale – Dalla An Alla Ar – Quarta Parte

di Lilitu Commenta

ANTROPOFAGI: l’antropofagia o cannibalismo è la pratica di mangiare carne umana e nello specifico l’atto di mangiare carne dei membri della propria specie. Il libro attribuito a Enoch (bisnonno di Noè) dice che i giganti nati dai rapporti  tra gli angeli e  le figlie degli uomini furono i primi antropofagi . Sembra che ai tempi di Marco Polo i maghi avessero il diritto di cibarsi delle carni dei criminali questa pratica era diffusa anche tra gli stregoni.

ANTROPOMANZIA:  era una pratica di divinazione  in cui venivano effettuati sacrifici umani. Venivano utilizzate le anteriora delle vittime prescelte per questa pratica,  sembrava che esaminando  le interiora si potesse conoscere il futuro. La testimonianza più antica di questa pratica è contenuta nella Bibbia (Re, II, 23, 10).Gli Ebrei  sacrificavano a Moloch (dio del fuoco)  per questa pratica  i loro figli. Questa pratica era comune in  molte altre civiltà presso i Romani ad esempio, anche se raramente, si leggevano le viscere di uomini e di animali e venne  costituito ordine specifico dedito a questa pratica  chiamato Aruspici.

In altre civilità si parla di queste partiche Starbone fa riferimento ai  Lusitani, ma anche gli Sciti e i Tartari. Mentre ne XIV secolo lo storico arabo Ibn Khaldun  parla di prigionieri fatti sventrare da alcuni tiranni che volevano così conoscere il proprio futuro.

API : Alcuni demonologi pensavano che se una strega avesse mangiato la regina di uno sciame d’api prima di essere catturata la stessa le avrebbe dato la forza per sopportare la tortura senza dover confessare. In Bretagna si pensa che le api siano sensibili alle emozioni dei loro padroni e che la loro produzione dipenda da quanto il padrone stesso renda partecipe l’alveare degli eventi di casa.  Sembra infatti che chi crede e pratica questa credenza debba attaccare un cencio di stoffa rossa in caso di matrimoni e altre feste o uno nero in caso di lutto.

APPARIZIONI : Di questo argomento potremmo passare ore a discutere in quanto è uno degli argomenti più ricco di testimonianze e informazioni ma per il momento raggrupperò le informazioni salienti e fondamentali. Per apparizione si intende la presenza di una persona o di un oggetto contro la legge della natura, tanto per intenderci l’apparizione di un morto, di un angelo o di un demonio,e  la più comune ai giorni nostri è l’apparizione della Vergine Maria.  Demoni e spettri hanno la tendenza di apparire di notte  dal venerdì al sabato,esiste inoltre una categoria di demoni da escludere inquanto  sono chiamati  i demoni di mezzogiorno, questa affermazione determinate giorni e orari delle apparizioni  è il frutto di una ricerca effettuata  tenendo conto di una serie di testimonianze.

L’aspetto delle apparizioni è analoga alla loro essenza, infatti l’aspetto degli abitanti dei cieli è consolante, quello degli arcangeli è terribile mentre spaventoso è l’aspetto dei demoni. Le apparizioni delle anime possono avere molteplici aspetti,  uomo con la barba,  fanciullo ma di donna sempre in atteggiamento o in abiti funebri, anche i demoni possono assumere queste sembianze. Se si tratterà dell’anima di un beato le sue apparizioni non saranno più di due in quanto se l’anima è soddisfatta non ha più alcun motivo di riapparire se non per ringraziare quindi se le apparizioni saranno più di due si tratterà di un’anima dannata quindi di un demonio. Un’altro modo per identificare l’entità delle apparizioni, secondo Pierre Delancre (magistrato e inquisitore francese) è l’aspetto con cui si presenta, se è un demone in genere assume sembianze sgradevoli  mentre in caso di anima beata  assume le sembianze di un angelo, ma è anche vero che Delancre ci ricoda che il demonio è furbo e quindi è meglio non fidarsi troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>